The day after Halloween

Tutti parlano di Halloween, di come e dove festeggiare e cosa indossare.
Ma cosa succede il giorno dopo? Dopo una nottata passata a scambiarsi baci vampirici e a mordersi pezzi di avambraccio, come recuperare le forze?
Devo trovare la ricetta perfetta per l’occasione, nonchè un degno commensale.
Sfilo la rubrica. L’amico zombie, anche no. L’ultima volta mi ha portata a mangiare un gelato al parco. Non la smetteva di camminare. Non capisce che a volte bisogna avere il coraggio di fermarsi. Altrimenti il puffo ti rimane sullo stomaco, è un dato di fatto.
Mi sa che mando un messaggio all’ amico vampiro. Lui si che sa come trattare una donna. Con quel suo pallore, quell’ aspetto affascinante ma scarno,  è irresistibile. Baratterei un panino con la mortadella per un suo bacio sul collo. Ho detto tutto.
Cosa gli preparo? Dolcetto o scherzetto?
Partiamo dal dolcetto. Non potevo non optare per un cremoso e succulento sanguinaccio.

Miss CookMe Sanguinaccio

Purtroppo dal ’92 è illegale usare il sangue di suino per la preparazione. Come faccio?
Mando un messaggino a zio Monti. Lui ne sa sempre una più del diavolo. Specie quando si tratta di dissanguare qualcuno.
Mi invia subito un paio di sacche per corriere. In cambio vuole ne prepari un po’ anche per lui e per Zia Angela. Altrimenti chi la regge.
Passiamo alla ricetta, direttamente dai ricordi d’infanzia di mamma CookMe.

INGREDIENTI:

1 litro di sangue di maiale /1 litro di latte /1 kg di zucchero/ 125 gr di amido a pezzi/ 100 gr di uva passa e pinoli/ 1 bustina di vaniglia/ 1 bustina di cannella

Tuffate in pentola zucchero, vaniglia, cannella e cacao. Mescolate, aggiungete il latte, il sangue (precedentemente passato) e l’ amido liquefatto. Cuocete a bagnomaria fino a raggiungere una consistente densità. Togliete dal fuoco, versate in un altro recipiente, aggiungete l’uva passa e i pinoli e mescolate. Versate in ciotoline e conservate in frigo.

Qualche consiglio per la degustazione?
Assaporatelo moolto lentamente, perché il sangue sta davvero terminando. Persino zio Mario lo sa.
Come sottofondo musicale vi consiglio un pò di jazz.
Per la mise indossate uno dei miei grembiulini e abbinatelo ad un trucco luminoso. Specie nella zona del collo.
Poi trascinatelo a forchettate in camera da letto.
E assicuratevi che non faccia scherzi, anzi, scherzetti.
Comunque vada,  l’amico Vampiro è l’amante ideale. Al mattino basta alzare le tapparelle. E lui scompare. Genio.

 

Miss CookMe

 

Photo “Miss CookMe Sanguinaccio” by Damiano Errico.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>